Arbitri, Sconcerti: “Oggi i direttori di gara non devono scontentare le grandi squadre”

SCONCERTI LAZIO ARBITRI – “Un arbitro fa carriera se arbitra grandi partite e per arbitrarle non deve farsi “squalificare” dalle grandi squadre. Quindi non deve scontentarle troppo. Questo non è un sospetto, è la regola”. Ne è convinto Mario Sconcerti che torna sul tema arbitrale. Il rischio di questa scelta, secondo Sconcerti, è che le grandi squadre finiscano per“scegliersi” gli arbitri secondo il meccanismo psicologico che li porterebbe a sbagliare meno contro i top team. Come evidenzia al Corriere della Sera, la disparità di trattamento da qui in futuro potrebbe far sorgere dei sospetti.