Finale Coppa Italia, Gasperini: “C’è tanta emozione ma non ci sono favorite”

COPPA ITALIA GASPERINI ATALANTA – Giampiero Gasperini, alla vigilia della sua prima finale di Coppa Italia è intervenuto in conferenza stampa per analizzare le insidie del match. Queste le sue dichiarazioni.

IMPORTANZA“Tutti i risvolti che ci possono essere sono riconducibili all’importanza che ha per l’Atalanta questa finale. Stiamo interpretando la sfida per quello che deve essere. Affrontiamo una squadra forte come la Lazio, ma vedo un’Atalanta molto concentrata su ciò che dobbiamo fare. E’ sempre stata una nostra caratteristica saperci isolare da quello che stava succedendo all’esterno. Abbiamo dimostrato anche in campionato di vincere con la Lazio e credo che abbiamo le nostre chance per farcela”.

EMOZIONE“Di emozione ce n’è tanta, soprattutto oggi con il presidente Mattarella. Da domani però sul campo dobbiamo dare tutto e mettere da parte la componente emotiva. Anche l’anno scorso in Europa abbiamo dimostrato personalità. E’ da un anno che stiamo facendo risultati. Al di là delle emozioni che sono forti, ma abbiamo anche dimostrato di avere una testa molto forte”.

FAVORITA “In una finale non c’è mai una favorita, soprattutto contro una squadra come la Lazio che gioca a Roma nel proprio stadio. Il fatto di aver vinto dieci giorni fa ci dà consapevolezza di poter vincere. Sarà però una gara aperta a tutti i risultati possibili”.

FINALE ATIPICA“E’ atipica perché c’è l’Atalanta, la Lazio negli ultimi anni c’è quasi sempre stata. Aver battuto la Juventus sicuramente ci ha dato la credibilità di poter arrivare in finale. Questo è il primo anno che i bianconeri lasceranno questo trofeo agli altri. Il calcio italiano sta crescendo ma c’è ancora troppa distanza con il calcio europeo. Per società come l’Atalanta è difficile mantenere questo livello negli anni. Sarebbe utile se ci fossero dei meccanismi di maggior meritocrazia”.