Sampdoria in vendita, Ferrero ha tre motivi per cederla

SAMPDORIA VENDITA FERRERO MOTIVI – L’offerta è sul piatto arriverà domani sul tavolo di Massimo Ferrero.Per la Sampdoria ottanta milioni di euro cash: basterà un sì da parte del presidente e la società passerà da lui al gruppoCalcioInvest llc. 

Ferrero – Sampdoria, la decisione entro 48 ore

Sportitalia, giovedì scorso, Ferreroaveva chiesto ai pretendenti di tenere a mente che per lui la Sampdoriavale 160 milioni di euro. Il presidente sa però che nessuno gli pagherà mai tutti quei soldi. Entro 24, massimo 48 ore, dovrà dare una risposta al gruppo Vialli. 

Ferrero, i tre motivi del possibile addio

Almeno tre indizi portano a ritenere che alla fine Ferrero potrebbe lasciare la proprietà e la presidenza della SampdoriaLa primaè quella di diventare il padrone del Palermo calcio. Ma Ferrero deve vendere prima la squadra blucerchiata. Seconda ragione:le sue aziende private versano in grave situazione debitoria. Secondo Milano Finanza, la Eleven Finance, società che cura gli interessi immobiliari di Ferrero, ha accumulato perdite di oltre 55 milioni di euro nell’esercizio 2018. 

Ferrero e la contestazione dei tifosi

La terza ragioneè la contestazione popolare che sta dilagando. Ieri cinquecento tifosi della Samp si sono trasferiti a Quarto e hanno iniziato la contestazione contro il presidente della Samp Massimo Ferrero. Nel giorno della presentazione del nuovo allenatore Di Francesco, cori contro Ferrero e a favore di Gianluca Vialli, davanti agli uomini della Digos. Una rappresentanza di tifosi è entrata nell’hotel e ha parlato con il vicepresidente Romei e il ds Osti ribadendo le loro critiche a Ferrero. E proprio alla presentazione del nuovo allenatore, Eusebio Di Francesco, il Viperetta è stato incalzato dei cronisti presenti riguardo la cessione della Samp. Il presidente ha commentato: “Non fatemi domande sulla cessione del club. Del resto, da quel che leggo, voi giornalisti ne sapete più di me”.